A ricordo di Luigi Bandini Buti

luigi-bandini-buti

La nostra presidente di sezione, Dott.ssa Paola Cenni ha voluto ricordarlo con queste affettuose parole che riportiamo integralmente:

E’ triste apprendere ed annunciare che Luigi Bandini Buti, architetto ed ergonomo europeo ci ha lasciati. Innovativo, vivace ed indomito ha mantenuto sempre ed in ogni circostanza la sua voglia di vivere ed operare con originalità, sia nel quotidiano che nella professione. La sua concezione di “cultura del progetto” va ricondotta ai principi dell’ergonomia da applicare tenendo conto della centralità della persona che interagisce con un contesto complesso, pensato per accogliere e soddisfare esigenze di funzionalità ed armonia. La sua convinta determinazione lo ha portato ad essere un precursore autorevole ed a ricoprire, negli anni, importanti ruoli istituzionali in Italia ed all’estero. In particolare, la vicepresidenza dell’ADI, la presidenza della Società Italiana di Ergonomia, la segreteria dell’Istituto Design for All Italia IIDD, le consulenze all’UNI. L’attività accademica lo ha visto docente alla Facoltà del Design del Politecnico di Milano, all’Istituto Europeo di Design ed alla Nuova Accademia di Belle Arti. Tutto ciò consente di celebrarlo oggi ricordando soprattutto l’evoluzione innovativa e sistemica, caratterizzata dall’User-Centered Design, focalizzata sulla necessità di interagire con variabili fisiche, cognitive ed emozionali. In uno degli ultimi libri pubblicati (Ergonomia Olistica. Il progetto per la variabilità umana), raccomanda al “designer illuminato” progettazioni pensate per rispondere alla pluralità dei bisogni, aspettative e desideri dell’uomo-utente: non ultima certamente la soddisfazione o piacevolezza d’uso, consapevole di quanto il lato emozionale del design sia determinante per il successo di un prodotto, oggetto o sistema.

Grazie Luigi.

13 settembre 2018

L’ergonomia nella fabbrica del futuro

Tecnical Workshop, 21 novembre 2017
UNIMORE – Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”
Sala Eventi Tecnopolo, Via Vivarelli 1, Modena

0001

Si è svolto a Modena presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (UNIMORE)  un interessante workshop sulla Ergonomia nel comparto produttivo. Interventi dell’ Ing. Margherita Peruzzini, della Dott.ssa Paola Cenni (SIE Emilia-Romagna), dell’ Ing. Raffaele di Benedetto (Centro Italiano di Ergonomia) e dell’ Ing. Erberto Sandon (SIE Emilia-Romagna)

workshop.jpg

Ergonomia e Progettazione

LA CULTURA E LA TECNICA ERGONOMICA A SUPPORTO DELLA PROGETTAZIONE

Vignola (MO), 7 Febbraio 2017

crit_3

Un seminario organizzato da CRIT srl in collaborazione con SIE Emilia Romagna e CNH Industrial ha affrontato il tema della cultura ergonomica nella progettazione industriale.

L’Ergonomia nasce per studiare e far rispettare nella progettazione una serie di norme che tutelano la sicurezza del lavoratore e accrescono l’efficienza e l’affidabilità dei sistemi uomo-macchina.

Quando si citano i principi generali dell’ergonomia si chiede attenzione per una pluralità di variabili che sono presenti ed interagiscono in uno specifico contesto aziendale, e che trovano il loro focus principale nella centralità della persona e nell’interazione fra uomo e altri componenti del sistema di lavoro.

Scopo dell’incontro è stato quello di informare le Aziende circa le norme tecniche ergonomiche a cui è possibile fare riferimento quando si progetta ex novo un sistema, un prodotto o un processo (ergonomia di concezione) oppure quando è necessario procedere a valutazioni dell’esistente per interventi migliorativi (ergonomia di correzione), previsti anche dalle legislazione esistente su salute e sicurezza negli ambienti di lavoro

Metodi quali Focus Group, Valutazione esperta, Osservazione diretta degli utenti o SEQUAM (SEnsorial QUality Assessment Method), sono solo alcune delle metodologie di valutazione alla base dello User-centred Design, processo che prende le mosse proprio dal coinvolgimento attivo dell’utenza per una chiara comprensione dei requisiti da soddisfare.

crit_1g

Il seminario ha consentito inoltre di approfondire il tema del rapporto costi-benefici dell’ergonomia. A fronte del coinvolgimento di un esperto in fattori umani (ergonomo) all’interno di un team progettuale, sono riscontrabili risultati quali:

  • maggior soddisfazione sul lavoro a vari livelli e tipologie di operatività;

  • maggior affidabilità nell’interazione uomo-attrezzature in uso;

  • standardizzazione e configurazione di progetto per dare forma anche a modalità operative inedite.

E’ stato poi evidenziato come questi principi e questi metodi possano trovare applicazione in ambienti industriali di diverso tipo. Sono intervenuti Paola Cenni (SIE Emilia Romagna), Erberto Sandon (SIE Emilia Romagna), Claudia Campanella (CNH Industrial), Stefania Spada (FCA).

crit_2g

La collaborazione della SIE Sezione Emilia Romagna al seminario si inserisce nel contesto delle attività di sensibilizzazione che la Sezione sostiene e promuove con l’obiettivo di una maggiore diffusione e consapevolezza della cultura ergonomica.

crit_4

 Sono diponibili per la visualizzazione/download i seguenti contributi:

Introduzione alla giornata –CRIT

I principi generali dell’ergonomia, normativa tecnica e contesti applicativi di riferimento –Paola Cenni –SIE

Ergonomia cognitiva e sicurezza sul lavoro –Erberto Sandon–SIE

Casi studio di ergonomia fisica nella progettazione automotive–Claudia Campanella–CNHi

LA SIE al salone Ambiente Lavoro 2016

La SIE Società Italiana di Ergonomia e Fattori Umani è presente ad Ambiente Lavoro 2016, il salone della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, a Bologna dal 19 al 21 ottobre con workshop e convegni ed un proprio stand nell’area espositiva.

al_logo1

sie_ambientelavoro_2016_5

sie_ambientelavoro_2016_3

sie_ambientelavoro_2016_4

Il workshop “Scuola” ha stimolato una riflessione su “come” affrontare la progettazione delle nuove scuole, che devono collocarsi nel contesto cittadino nel pieno rispetto dell’ambiente e delle indicazioni relative all’uso di materiali ecocompatibili, alla sicurezza e al comfort. Il processo educativo e formativo che si svolge all’interno della Scuola si deve ispirare ad un modello didattico valido basato su cooperazione, cratività, manualità, flessibilità, contaminazione, multiculuralità, progettualità. Il benessere delle persone che abitano e frequentano la Scuola deve essere un risultato continuamente ricercato combinando i diversi fattori che lo determinano.

p_20161019_153309

Il convegno “Invecchiamento e lavoro” offre una panoramica e una sintesi aggiornata del tema, già affrontato in precedenti edizioni, partendo dall’approccio multiplo alla gestione del processo compresa l’ergonomia e da principi e limiti dell’invecchiamento attivo e della campagna europea in atto.

Inoltre in occasione del Salone la Società Italiana di Ergonomia e Fattori Umani in collaborazione con Ambiente Lavoro bandisce il premio SIE 2016 “Ergonomia Applicata”.

Ergonomia e wellness, dalla user experience all’usabilità

Cesena (FC), 18 luglio 2016

hero

La SIE ha organizzato presso la sede della Tecnogym a Cesena  nel cuore della Romagna un interessante convegno/workshop sul tema della user-experience e dell’usabilità applicata al campo del wellness.

Nel corso del convegno dopo i saluti di Mario Fedriga del Centro Stile Technogym il socio Giuseppe Fedele di SIE Emilia Romagna ha introdotto il tema della usabilità basata su efficacia, efficienza e soddisfazione d’uso e la sua applicazione nel campo degli strumenti per il wellness.

La presidente SIE Prof. Francesca Tosi ha poi illustrato la collaborazione tra Technogym e il Laboratorio di Ergonomia e Design dell’Università di Firenze, nell’ambito del tema “Progettare per il wellness. Usabilità ed esperienza dell’utente: metodi di intervento per il design di nuovi prodotti”.

Ancora, il Dott. Tommaso Bellandi ha introdotto il tema della progettazione di sistemi sanitari, dalle tecnologie ai bisogni dell’utente.

Durante il workshop i soci SIE presenti hanno proceduto alla valutazione di una famiglia di prodotti Technogym attraverso metodi di intervento integrati: prove con utenti con thinking aloud, osservazione diretta, analisi esperienziale.
I partecipanti hanno potuto effettuare valutazioni esperienziali dirette di alcune attrezzature per il wellness ed hanno elaborato utili indicazioni che sono poi state discusse in aula. La valutazione ha preso in considerazione i vari aspetti della interazione uomo-macchina, da quelli fisici e antropometrici a quelli attinenti il campo mentale e cognitivo del dialogo con l’interfaccia elettronica delle attrezzature.

prodotti-77839-relfc9f39b5618947628a085bc6e2c9a7b7

ergonomi_Technogym

SIE Emilia Romagna

Sezione Regionale della SIE – Società Italiana di Ergonomia; società scientifica che sin dal 1968 rappresenta in Italia la più importante associazione per lo sviluppo dell’ergonomia e la diffusione delle sue conoscenze. La SIE annovera tra i suoi iscritti i maggiori esperti a livello nazionale ed internazionale in questo campo.

Presidente: Paola Cenni
Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni
Via P.Vizzani, 57 – 40138 Bologna
Tel. 051 307886
 e-mail: pacenni@gmail.com

Consiglio Direttivo:
Luciana Bezzi
Raffaele di Benedetto
Roberto Fiorini
Sabrina Giannasi
Plinio Menegalli
Marco Placci
Erberto Sandon
Massimo Serrao
Patrizia Serranti

La pagina della Sezione Emilia Romagna sul sito nazionale SIE